Carie dentale

Carie dentale: diversi gradi di profondità

La carie dentale può sembrare sempre uguale a prima vista eppure i batteri creano lesioni e cavità cavernose molto diverse tra di loro. Mediante un’attenta analisi da parte del dentista è possibile stabilire con la massima precisione le caratteristiche di ogni processo cariogeno.

Carie dentale: cos’è e quali sono i gradi di profondità

Per carie si intende una malattia degenerativa che colpisce i tessuti duri del dente (smalto, dentina e cemento) e che, se non curata, arriva a colpire gli strati più profondi del dente (la polpa dentaria) e a provocarne la perdita.
La causa sono i batteri e la placca presenti all’interno della bocca che man mano si accumulano dando origine a un processo infettivo.
 Inoltre è bene ricordare che anche una scorretta alimentazione e il tabagismo possono favorire la formazione di carie.
La gravità della carie può essere determinata dalla sua profondità.
La profondità della carie dentale è valutabile su una scala di 4 differenti tipologie di corrosione.

Al segmento di grado 1 appartengono le carie superficiali, curabili con una semplice otturazione del dente.
Il processo cariogeno di grado 2 rappresenta lo stadio successivo, quando oltre allo smalto è stata intaccata anche la dentina superficiale. Anche in questo caso è possibile risolvere il disturbo, sottoponendosi ad otturazione.


Con il grado 3 e 4 si identificano la carie dentale più profonda.
Nel primo caso l’infezione si è evoluta in pulpite e l’intervento più indicato in tali circostanze è la devitalizzazione del dente, nel caso in cui sia coinvolto un molare o un dente del giudizio si agisce mediante estrazione.
Infine, il grado 4 rientra nelle infezioni dentali periapicali cioè il dente presenta al suo interno una polpa necrotica con un coinvolgimento dei tessuti.

Cosa fare in caso di carie

Le carie di primo grado sono spesso asintomatiche, nei casi più gravi invece, si manifesta con:

  • Dolore e mal di denti
  • Sensibilità dentale
  • Presenza di piccoli fori di colore scuro sui denti

Come forma di prevenzione si consiglia una buona igiene orale quotidiana di tutta la bocca e controlli periodici dal dentista.
Il trattamento per la cura della carie prevede l’asportazione del tessuto carioso e richiudendo la cavità con specifiche medicazioni e materiali (otturazione, devitalizzazione, trattamenti al fluoro ecc.).
Contatta i nostri dentisti per fissare un primo appuntamento per valutare la presenza di una possibile carie dentale e vedere lo stato di degrado del dente.

06 5683647