come pulire la protesi fissa

Come pulire la protesi fissa in modo corretto

Come pulire la protesi fissa è una domanda che molto spesso i pazienti ci pongono.

Si pensa erroneamente che la protesi fissa non vada curata con la stessa attenzione che si ha per un dente, eppure l’accumularsi di germi e batteri all’interno del cavo orale può provocare l’infiammazione delle mucose.

In questo articolo vi forniremo alcuni utili consigli per una pulizia corretta della vostra protesi fissa.

Protesi dentale fissa: cos’è e a cosa serve?

La protesi dentale fissa è la protesi più conosciuta, che consente di sostituire i denti mancanti o danneggiati restituendo una dentatura molto simile a quella naturale.

Viene detta “fissa” perché viene appunto fissata in modo permanente ai denti naturali o agli impianti dentali e può essere rimossa solo dal dentista.

Tra le protesi dentarie fisse rientrano le capsule dentali, i ponti dentali, le faccette estetiche e gli intarsi.

Questo tipo di protesi è una delle più utilizzate perché sono biocompatibili e restituiscono un alto livello estetico e naturale e perché hanno una maggiore durata nel tempo.

Ricordiamo che oltre alla protesi fissa esiste anche un’altra tipologia di protesi dentale: la protesi mobile. Quest’ultima viene comunemente definita dentiera e può essere rimossa in completa autonomia, senza l’aiuto del dentista. Sebbene sia possibile realizzarla in breve tempo e sia più economica rispetto a quella fissa, presenta degli svantaggi: dopo qualche anno richiede la sostituzione dei denti ed è soggetta a movimenti durante la masticazione, o quando si sbadiglia.

Come pulire la protesi fissa

Per evitare l’insorgere di problemi dentali, è molto importante prendersi cura della propria bocca, con controlli periodici e con un’accurata pulizia orale. I passaggi importanti per una perfetta pulizia del cavo orale sono quattro:

  1. Avere cura di lavare in modo approfondito i denti dopo ogni pasto per almeno 3 minuti
  2. Adoperare un filo interdentale adeguato per eliminare i residui di cibo sotto la protesi
  3. Utilizzare lo scovolino per gli ampi spazi (solo su consiglio del dentista)
  4. Recarsi presso lo studio dentistico per una pulizia periodica del cavo orale

Per eseguire uno spazzolamento corretto è sufficiente applicare le regole della detersione della bocca, al contrario è diverso il procedimento per utilizzare il filo interdentale.

Vediamo come adoperarlo per pulire la protesi fissa: come prima cosa bisogna inserire il tratto rigido al di sotto della protesi dall’esterno all’interno, eliminando così la possibile placca.

Prestate attenzione a non effettuare movimenti veloci perché potrebbero ferire la gengiva sottostante.

Effettua una prima visita senza impegno per farti spiegare dai dentisti di I Dentisti di Famiglia come pulire la protesi fissa in modo appropriato.

Richiedi assistenza sulle protesi fisse

06 5683647