quante volte lavare i denti

Quante volte al giorno occorre lavarsi i denti?

Se vi state chiedendo quante volte al giorno lavare i denti, significa che tenere a cuore la vostra salute dentale. Una visita periodica dal dentista e un’attenta alimentazione fanno sempre la loro parte. Ma per prevenire la carie, e tutte le altre spiacevoli conseguenze che ne derivano, una corretta igiene orale è infatti la prima cosa.

Come vanno lavati i denti per prevenire il rischio di infezioni, carie e altre patologie? Vediamolo insieme

Igiene orale quotidiana: cos’è e a cosa serve?

L’igiene orale quotidiana consiste nell’atto di pulizia dei denti, direttamente da casa propria. Praticare una buona igiene orale permette di contrastare l’insorgere di patologie e problematiche che riguardano il cavo orale come: gengiviti, carie e parodontite.

La placca batterica è il principale responsabile dell’insorgere di queste problematiche dentali. La placca, se non viene rimossa, si accumula sui denti e si trasforma in tartaro dentale: una sostanza dura e difficile da rimuovere senza l’aiuto del dentista.
Per questo si consiglia come forma di prevenzione, l’utilizzo di alcuni strumenti essenziali per la pulizia orale quotidiana:

  • lo spazzolino, che va scelto con cura in base alle proprie esigenze
  • il dentifricio, possibilmente al fluoro per prevenire la formazione di carie
  • il filo interdentale per raggiungere gli spazi in cui un normale spazzolino non riesce ad arrivare
  • il collutorio, dall’azione antisettica e anti-placca.

–> Forse potrebbe interessarti anche: “Igiene orale e malattie cardiovascolari

Quante volte lavare i denti e come farlo correttamente

Al contrario dell’igiene orale professionale, quella quotidiana non assicura una pulizia approfondita ma esistono alcuni accorgimenti per effettuarla nel miglior modo possibile.

Quante volte al giorno bisogna lavare i denti? Questa è la prima domanda che si pone al dentista, nella maggior parte dei casi la risposta data è due volte al giorno. Di solito di mattina, appena svegli o nel migliore dei casi subito dopo colazione, e poi di sera, prima di andare a dormire. Ma in realtà le cose andrebbero fatte diversamente.
Infatti, volendo essere molto ligi, i denti andrebbero puliti ogni volta che si mangia qualcosa. E per un semplice motivo: il ciclo di formazione della placca batterica (composta da germi che si attaccano con tenacia alle pareti dentali) è di appena poche ore dopo aver mangiato qualunque cosa.

Però lavarsi i denti con tale frequenza, come si può facilmente intuire, non è una soluzione del tutto praticabile. A meno che non decidiate di andare in giro con spazzolino, dentifricio e un po’ d’acqua costantemente a portata di mano.
Una buona soluzione è rappresentata dalla giusta via di mezzo, ovvero lavarsi i denti almeno tre volte al giorno: dopo colazione, dopo pranzo e dopo cena. Facendo anche attenzione a non mangiare nient’altro dopo il pasto serale. Meglio ancora se l’azione dello spazzolino è accompagnata dall’utilizzo di filo interdentale e collutorio, che assicurano una maggiore pulizia dei denti.

Sapere quante volte al giorno lavarsi i denti non significa però sentirsi liberi di eccedere con i cibi ricchi di zuccheri che possono danneggiare lo smalto dentale… Ma un po’ di costanza e di attenzione vi permetteranno sicuramente di ridurre il rischio di formazione di carie.

Essenziale è effettuare regolari visite di controllo dal proprio dentista e praticare ogni 6 mesi una seduta di igiene orale professionale.

Prenota una pulizia dentale

06 5683647